Un articolo pubblicato sulla rivista Leadership & Management a firma di Erika Rizziato

Viviamo in un mondo sempre più complesso. Più che un “dato di fatto” lo potremmo definire come un “processo di fatto”. Un processo in cui tutti noi siamo, in modo più o meno consapevole, coinvolti.
Si è tanto scritto sulle condizioni che hanno portato a questo aumento di complessità: dallo sviluppo dell’ICT all’interconnessione logistica, dalla globalizzazione culturale a quella finanziaria e così via. Oggi i temi sono altri: come governiamo la complessità? Come generiamo cambiamento in un ambiente che ci richiede di connettere persone, competenze, organizzazioni, situazioni in modo innovativo?
E’ un tema trasversale a tutti i contesti sociali: dalla vita familiare a quella aziendale passando, non dimeno, dal nostro ruolo civico di cittadini. Chi ha una chiara percezione di cosa sia la complessità sa anche che non ci sono “antidoti” e, soprattutto, soluzioni universalistiche.
Si tratta di costruire “nuove pratiche”, nuovi “modi” di approcciare problemi che, se nel loro contenuto non sono nuovi, sono di certo inediti per il contesto in cui devono essere affrontati. Read more …