Un articolo pubblicato sulla rivista Leadership & Management a firma di Erica Rizziato

 
Demotivazione, stress, burn-out sono sintomi di patologie organizzative alle quali si cerca di far fronte per lo più con approcci inadeguati in quanti frutto di visioni riduttive della vita organizzativa.
Oggi sempre piu in ambito organizzativo si parla di approcci olistici, di multidisciplinarietà e transdisciplinarietà nel tentativo di superare le criticità portate da visioni frammentate economicistico-razionalistiche. Nelle prassi, però si riscontra ancora l’utilizzo di modelli formali di cambiamento che riducono la complessità della vita organizzativa mantenendo rigide le strutture gerarchiche mentre le rassegne condotte negli stati Uniti, nei paesi Bassi e in
Inghilterra provano che i tre quarti di queste esperienze si arenano presto o deviano dai loro obiettivi. In queste esperienze il top management è distante e scarsamente interessato alla situazione di lavoro dei dipendenti e spesso i dirigenti HR non si preoccupano di conoscere bene da vicino le situazioni esistenti nell’organizzazione concentrandosi su aspetti di controllo e analisi costi-benefici come unico criterio di valutazione. A volte si vede il ricorso alla ricerca
accademica, senza considerare che l’osservazione distaccata dei dati e la loro elaborazione teorica raramente produce conoscenze utilizzabili nel reale. Read more …