MISSION E PAROLE CHIAVE

Lavoriamo per supportare i nostri clienti con una visione sistemico-complessa secondo cui persone ed organizzazione sono due realtà sinergiche e in continua evoluzione. Crediamo si possa generare sviluppo solo lavorando contemporaneamente sullo sviluppo dei processi e su quello delle competenze di chi vi lavora con un approccio esplorativo e sperimentale. Propone una metodologia innovativa per lo sviluppo di organizzazioni e leadership orizzontali derivata da attività di ricerca e sperimentazione condotte in collaborazione con il CNR e ispirandosi all’impulso di Adriano Olivetti e Bernard Lievegoed.

I PRINCIPI

Responsabilità sociale come consapevolezza di dover rendere un valore che non si esaurisce nel presente di una ristretta cerchia di interessi

Senso e motivazione come connessione del proprio lavoro all’utilità per il cliente, per sé,  per la comunità organizzativa, per il territorio

Etica dello sviluppo organizzativo come ricerca della crescita dell’ “io lavorativo” attraverso l’opportunità di conoscere e fare

Generazione del nuovo come processo partecipato nel quale si apprende trasformando

 LA METODOLOGIA

la metodologia dell’evidenza e la metodologia per la leadership orizzontale e le organizzazioni integrate rappresentano delle sintesi innovative di molti elementi tra cui i più importanti: la visione sistemico-complessa e le teorie evolutive, la ricerca azione e l’action learning, il costruttivismo, i recenti approcci della psicologia sociale, la teoria del caos, la lean, learning e living organization.

LE PAROLE CHIAVE

VIDEO

IMO Methodology

 

Adriaan Beckman presenta gli elementi essenziali sulla metodologia della leadership orizzontale

Inspiration

 

Alcuni colleghi IMO parlando di ciò che li ispira nell'essere dei consulenti di leadership orizzontale.

L’impulso IMO e il cambiamento

I responsabili degli IMO paese parlano dell'impulso IMO e di come vedono il cambiamento

"L’uomo non è solo un essere che conosce e interpreta ma sceglie, e in questa modo forma il futuro"
B.C.J. Lievegoed

"Può l’industria darsi dei fini? Si trovano questi fini semplicemente nell’indice dei profitti o non c’è, al di là del ritmo apparente, qualcosa di più affascinante, una trama ideale, una destinazione, una vocazione anche nella vita di fabbrica?"
Adriano Olivetti